COGITO
Master di specializzazione sulla umanizzazione della relazione di cura, assistenza ed aiuto in ambito di demenza

HomeAccademiaCOGITOMaster di specializzazione sulla umanizzazione della relazione di cura, assistenza ed aiuto in ambito di demenza

Il Master COGITO è un programma di formazione specialistica sulla umanizzazione della relazione di cura, assistenza e aiuto alle persone con demenza, nelle sue varie intensità e declinazioni.

Dalla relazione di cura, alla relazione che cura.

Nella relazione una persona è specchio dell’altra. Il riflesso di ciò che la persona non porta a coscienza, nega o rifiuta, è sempre fonte inesauribile di interferenza emotiva nelle relazioni. Nella relazione con la persona con demenza, in particolare, le fragilità identitarie che progressivamente emergono e le difficoltà di gestione quotidiana riattivano sopiti emotivi, spesso non elaborati e per questo ancora interferenti. Interferenza che pregiudica la qualità delle relazioni stesse, lo stato di benessere del paziente/ospite, del caregiver e dell’operatore e il decorso della malattia.

Scegliere un approccio umanizzante nel costruire una relazione, significa valorizzare l’attività del “prendersi cura” dell’altro (cd. human caring), come apporto sinergico all’azione del “prendere in cura”, che rimane invece strettamente legata alla terapia e alle imprescindibili esigenze medico-sanitarie.

Nel prendersi cura della persona, la relazione stessa diviene, allora, in modo consapevole, un’esperienza che concorre a sviluppare il benessere psico-fisico-emozionale dell’assistito, come persona, nella sua integrità e dignità umana, che si confronta con la malattia.

La promozione di un’umanizzazione della relazione di aiuto si instaura solo partendo da un’efficace attività del “prendersi cura” di sé stessi, prima che dell’altro, perché si può donare ciò che si conosce e si possiede. Il resto è sterile, rabbioso, frustrante, quanto inutile, immolarsi agli altri.

Valorizzare inoltre l’umanizzazione delle relazioni attiva, inoltre, l’intima riappropriazione interiore dei valori umanistici e degli investimenti motivazionali ed emotivi che accompagnano le professioni nell’ambito della cura, assistenza ed aiuto, sia in ruoli ed ambiti operativo-esecutivi, che direzionali e di coordinamento.

Il progetto si pone l’obiettivo di sviluppare specifiche competenze umanistiche, di tipo trasversale (cd. soft skills) sia sul piano individuale, che nell’ambito relazionale, con evidenti e positive ricadute sull’individuo, pazienti, familiari, colleghi contribuendo ad un miglioramento del clima umano.

Al termine del percorso e al superamento della prova finale di valutazione il Discente acquisisce la titolazione di Consulente Relazionale e Familiare in ambito di demenza, ai sensi e per gli effetti della L. 04/2013 (Disposizioni in materia di professioni non organizzate in ordini).

Destinatari: operatori sociali, assistenziali e sanitari, educatori, terapisti occupazionali, infermieri di comunità, dirigenti di struttura (RSA, Centri diurni…) e tutti gli altri professionisti dell’area sanitaria e socio psicologica e pedagogica come integrazione umanistica al loro bagaglio professionale; caregiver delle persone con demenza che desiderano affrontare uno percorso di consapevolezza personale spendibile nella relazione di assistenza con il proprio familiare.
Durata: 12 fine settimana a cadenzati su 11 mesi (agosto escluso)
Svolgimento: programmazione 2022
Orario delle lezioni: dalle ore 10 del sabato alle ore 18 della domenica
Sedi: Bergamo, primo semestre  –  Ivrea (TO), secondo semestre
Quota di partecipazione: € 3.400 + iva (rateizzabile sino a quattro versamenti)
Titolazione: Consulente familiare e relazionale nell’ambito del declino cognitivo certificato ai sensi della Legge 04/2013
Accreditamento: CREDITI ECM PREVISTI

 


Studi professionali e/o Aziende aderenti a Fondoprofessioni possono richiedere i voucher per la formazione del proprio personale.





Newsletter

Resta aggiornato sulle nostre novità

maschiofemmina

Master di specializzazioneSeminari/Consulenze individuali